Comunicato N° 165 del 22 giugno 2018

Si è svolto nel cortile del Rettorato l’evento “Alumni Eccellenti – Esperienze e successi dei laureati nell’Università di Messina”, organizzato dall’Ateneo in collaborazione con l’Associazione Alumnime.

All’iniziativa, che è stata inaugurata dai canti del Coro d’Ateneo, sono intervenuti, tra gli altri, il Prorettore agli Affari generali, prof. Luigi Chiara in rappresentanza del Rettore prof. Salvatore Cuzzocrea, il Delegato alle Iniziative dell’Ateneo per la premialità degli studenti, prof.ssa Tindara Abbate e la Presidente dell’Associazione Alumnime, prof.ssa Patrizia Accordino.

“Sono particolarmente emozionata – ha detto la prof.ssa Abbate – perchè oggi mi trovo nella doppia veste di delegato del Rettore e Past-President dell’Associazione Alumnime e questo è un momento di grande festa che vogliamo dedicare alle eccellenze qui presenti, al nostro Ateneo, alla città tutta e soprattutto ai nostri studenti”.

Subito dopo ha preso la parola la prof.ssa Accordino che ha ricordato la figura della compianta prof.ssa Antonella Cocchiara: “Il suo contributo è stato imprenscindibile nell’organizzazione della prima edizione di questa manifestazione. Nel 2015 la prof.ssa Cocchiara ha immediatamente appoggiato l’idea di Alumnime, nata con l’obiettivo di premiare le nostre eccellenze. In quella occasione Messina ha visto riunite le donne eccellenti laureatesi nella nostra città e la prof.ssa Cocchiara con il suo prezioso contributo ci ha lasciato una lezione di vita che ci ha spinto, anche se non subito a causa della sua scomparsa, ad organizzare questa seconda edizione a distanza di 3 anni”.

Il prof. Salvatore Bottari, docente dell’Ateneo, socio di Alumnime, ha poi consegnato la tessera di socio onorario dell’Associazione al dott. Michele Bonaiuto, marito e compagno di vita della prof.ssa Cocchiara.

Nel corso dell’evento, moderato dalla giornalista Silvana Polizzi, già premiata come eccellenza nella scorsa edizione,  i riconoscimenti sono stati consegnati a:

Filippo Arena, per essere riuscito a finalizzare le competenze giuridiche acquisite nel nostro Ateneo al raggiungimento dei più alti profili professionali, in particolare nell’ambito del diritto della concorrenza e del mercato, prima come Avvocato dello Stato, poi in numerosi e prestigiosi incarichi, ed, attualmente, come Capo di Gabinetto dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Roberto Cacciola, per avere fatto si che, grazie al suo lavoro di medico chirurgo trapiantologo che lo vede costantemente impegnato nel salvare vite, oggi, in particolare, presso il Royal London Hospital di Londra, oltrechè ove è chiamato per le prestigiose collaborazioni ottenute, la scuola di Medicina e Chirurgia messinese sia riconosciuta ai più alti livelli intemazionali nell ‘ambito dei Trapianti.

Maurizio Marchetti, per avere coniugato le conoscenze acquisite nell’ Ateneo, di stampo socio-culturale, con il talento artistico ed averle interpretate con originalità e creatività nell’ambito dello spettacolo che lo vede a tutt’oggi protagonista come attore, drammaturgo e regista.

Lino Morgante, per avere tradotto gli studi giuridici perfezionati nel nostro Ateneo, in un profondo impegno nell’ambito della comunicazione e del servizio pubblico, prima come giomalista ed oggi come Direttore editoriale ed Amministratore Delegato della Società editrice Sud S.p.A. contribuendo, peraltro, nonostante le obiettive dfificoltà, a mantenere il nostro territorio all interno del contesto informativo-culturale del Paese.

Alessandro Palmeri, per essersi speso a dfifondere gli obiettivi formativi e di ricerca della scuola di ingegneria civile messinese nel campo strutturale e dinamico in ambito internazionale grazie ai riconoscimenti e alle importanti collaborazioni ed alla comprovata capacita‘ scientfiica e formativa, frutto delle quali è la attuale e consolidata posa’ione accademica presso la prestigiosa Università britannica di Longoborough.

Marco Saitta, per avere abbracciato con passione ed entusiasmo il complesso studio delle scienze fisiche nel campo della Teoria della materia consolidata trasponendo le conoscenze acquisite nel nostro Ateneo grazie alle sue notevoli doti scientifiche, didattiche e di divulgazione, in un contesto internazionale amplissimo che lo vede, oggi, ricoprire il ruolo di professore Ordinario e Vice Preside della Facolta‘ di Fisica della Sorbonne, non tralasciando, tuttavia, le collaborazioni scientfiiche con il nostro Ateneo.

I premi sono stati consegnati dall’On. Pietro Navarra, dall’Avv. Vincenzo Ciraolo, dalla prof.ssa Daniela Novarese, dal prof. Francesco Triolo e dal prof. Paolo Giaquinta.

Versione stampabile