Comunicato N° 206 del 26 luglio 2012

Tags: , , , , ,

Si è svolta stamani nell’Aula Magna dell’Università di Messina la premiazione dei 50 studenti di Messina e provincia che all’esame di maturità 2012 hanno conseguito la votazione di “Cento e lode”. Erano presenti all’evento il Prorettore Vicario dell’Università di Messina, prof.ssa Rita De Pasquale, il dirigente dell’Ufficio XIV Ambito territoriale di Messina,  dott.  Emilio Grasso, la delegata rettorale per l’Orientamento e Tutorato e direttore del Cor.t.A di Ateneo, prof.ssa Stefania Scarcella, l’Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, prof. Giuseppe Di Bartolo, il Presidente dell’ERSU, prof. Marcello Bartolotta, il Direttore amministrativo dell’Ateneo, avv. Giuseppe Cardile, docenti universitari e dirigenti scolastici.

“ Questa manifestazione, giunta alla V edizione”,- ha detto la prof.ssa De Pasquale –“ è motivo di grande compiacimento per le Istituzioni che la hanno voluta ed anche  per me , non solo come docente universitaria, ma anche come cittadina e come nonna. ”

“Oggi sono qui presenti tanti giovani che si sono distinti negli studi meritando il massimo riconoscimento scolastico; il compito dell’Università è adesso quello di aiutarvi e supportarvi nel futuro percorso perchè bisogna investire sui giovani che sono la nostra speranza per il futuro, ed io vi ringrazio per averci dato questa speranza”.

“Oggi si festeggia qualcosa di importante”-ha poi detto il dott. Grasso-“quest’anno era particolarmente difficile raggiungere il cento e lode,  ma voi avete centrato l’obiettivo con impegno e dedizione; oggi state ricevendo un piccolo riconoscimento ma che vi proietta nel futuro con la consapevolezza di avere grandi capacità”.

 “Con vivo entusiasmo e grande piacere sosteniamo questa iniziativa che è fondamentale- ha affermato l’Ass. Di Bartolo- e ci auguriamo che in futuro le prossime amministrazioni comunali e provinciali recepiscano il progetto con lo stesso nostro entusiasmo. Questo è un momento transitorio- ha concluso l’Assessore- e mi auguro che possa portarvi a raggiungere grandi traguardi”.

“Si legge spesso sui giornali- ha poi detto il prof. Bartolotta- del divario tra Nord e Sud, ma in Sicilia abbiamo tutte le potenzialità per andare avanti e dimostrare che la cultura è nata qui. Per voi le istituzioni possono fare molto, l’Ersu in particolare ha il compito di offrire borse di studio e agevolazioni, accompagnando gli studenti nel loro percorso universitario e permettere così di acquisire gli strumenti necessari alla formazione”.

“Con questa cerimonia,  le istituzioni presenti- ha sottolineato la prof.ssa Scarcella – vogliono  premiare gli studenti che quest’anno si sono distinti conseguendo il massimo della votazione,  l’augurio è che possiate accerescere il vostro bagaglio culturale con una formazione universitaria”.

“La scelta universitaria – ha concluso la prof.ssa Scarcella-è un momento importantissimo che influenzerà non solo la vostra vita, ma anche il futuro del territorio; l’Ateneo peloritano ha da anni attivato l’orientamento in entrata che ha proprio lo scopo di aiutare i giovani indirizzandoli alle migliori scelte formative perchè scegliendo percorsi formativi efficaci si può costruire al meglio il proprio futuro professionale e diventare , sotto forma di capitale umano, una risorsa enorme per il nostro territorio”.

E’ infine intervenuto uno dei giovani centisti con lode, lo studente Antonino Aliberti dell’I.I.S. Trimarchi di Santa Teresa Riva e già vincitore di un “Certamen Peloritano” di Latino, , che dopo aver ringraziato la sua famiglia e i docenti che lo hanno sostenuto durante il percorso scolastico , ha sottolineato che uno dei suoi obiettivi è quello di “far capire che in Sicilia e a Sud ci sono grandi capacità e che da qui possono partire ed arricchire tutta l’Italia”.

Ai cinquanta premiati è stata consegnata una coroncina di alloro, una pergamena, una borsa con all’interno due libri e del materiale informativo.

Versione stampabile

Tags: , , , , ,